Forestazione

 

NUOVE MODALITÀ PER LA PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE DI TAGLIO DEI BOSCHI E DEGLI ALTRI INTERVENTI PREVISTI DALLE PRESCRIZIONI DI MASSIMA E DI POLIZIA FORESTALE VIGENTI IN EMILIA-ROMAGNA

La Regione Emilia Romagna ha modificato le modalità di presentazione delle comunicazioni e delle richieste di autorizzazione di taglio dei boschi e degli altri interventi previsti dalle Prescrizioni di massima e di Polizia forestale , uniformando le procedure gestionali su  tutto il territorio regionale.
L’Unione, come in precedenza, è l’Ente competente in materia per tutti i Comuni che facevano parte della ex Comunità Montana (Albareto, Bardi Bedonia, Berceto, Bore, Borgo Val di Taro, Compiano, Fornovo di Taro, Pellegrino Parmense, Solignano, Terenzo, Tornolo, Valmozzola, Varano dé Melegari, Varsi).
Pertanto, in via definitiva, a partire dal 01/07/2016  le istanze dovranno essere presentate all’ Unione esclusivamente utilizzando la procedura informatizzata regionale.
L’ Unione non potrà più accettare istanze presentate in forma cartacea.

Possono presentare le comunicazioni e le richieste di autorizzazione (queste ultime in bollo):

A) per  taglio di boschi di tipo commerciale:
- Imprese Forestali iscritte all’albo regionale delle Imprese Forestali;
- aziende agricole iscritte all’anagrafe delle aziende agricole, per interventi presenti nel piano colturale aziendale;
- altri soggetti, nell’ambito dell’esercizio di impresa così come definito dalla normativa vigente.

B) per tagli a scopo di autoconsumo di tipo privato (fino a 300 ql/anno o fino a 5.000 metri quadrati):
- proprietari e possessori di aree forestali, di castagneti da frutto e di altre aree disciplinate dalle Prescrizioni di massima e di Polizia forestale;
- soggetti aventi diritto di uso civico nelle Comunalie;
- consorzi forestali;
- altri soggetti comunque interessati per l’esecuzione di interventi diversi previsti dalle Prescrizioni di massima e di Polizia forestale con l’assenso del proprietario.

L’accesso alla procedura informatizzata è consentito a:
• Imprese Forestali iscritte all’Albo regionale delle Imprese Forestali;
• Privati cittadini;
• “Intermediari” ossia soggetti privati o pubblici (Centri di assistenza agricola, tecnici, ecc.) che intendano presentare le istanze per conto dei richiedenti.

Gli interessati alla presentazione delle istanze che possono accedere alla procedura informatizzata devono procurarsi una autorizzazione individuale (nome utente/password) attraverso un account FedERA ad alta affidabilità, accedendo al sito https://federa.lepida.it/  e scegliendo quale gestore delle credenziali un Comune in elenco – non necessariamente quello di residenza o sede; dopo avere ricevuto l’account a media affidabilità attraverso il sito deve essere ottenuto quello ad alta affidabilità, recandosi con un documento di identità presso l’Ufficio competente del Comune prescelto.
Gli interessati a svolgere il ruolo di intermediari, dopo avere ottenuto l’account Federa devono darne comunicazione scritta (tramite posta elettronica) contenente dati anagrafici, codice fiscale e qualifica all’ Unione dei Comuni Valli Taro e Ceno, che deve trasmettere alla Regione gli elenchi dei soggetti intermediari ai fini della loro abilitazione ad operare come tali nel sistema informativo.

Alla procedura informatizzata si accede via Internet al seguente indirizzo:
https://servizifederati.regione.emilia-romagna.it/PMPF

 

 

Persone che ne fanno parte:

Responsabile Ufficio Tecnico
Collaboratore Ufficio Tecnico
Collaboratore Ufficio Tecnico - Geometra