Prodotti tipici

Il fungo Porcino

Fungo Porcino di Borgotaro, Tartufo Nero della Valceno e Parmigiano Reggiano di Montagna

 
Il Fungo Porcino di Borgotaro
 
E' un prodotto naturale di qualità superiore. Insignito dal 1993 di IGP (Indicazione Geografica Protetta) è  tutelato dall’omonimo Consorzio e cresce nei boschi cedui della Val Taro. 
Il suo nome botanico è Boletus Edulis, capostipite di una variegata famiglia. Raccolto nella stagione più propizia, l’autunno, essiccato o utilizzato fresco, entra a far parte di tutti i menù tradizionali di montagna. 
Il profumo del fungo porcino ha valicato oggi i confini dalla Val Taro: è uno dei prodotti tipici di Parma più famosi ed apprezzati in Italia e nel mondo.
Il fungo di Borgotaro si raccoglie nei territorio delle province di Parma e Massa Carrara in boschi allo stato puro o misto di latifoglie e di conifere. 
I funghi della Val Taro rappresentano un ulteriore biglietto di presentazione della Food Valley per la loro qualità e lo straordinario aroma. 
Se il porcino è il fungo per eccellenza della zona, anche altre gustosissime qualità dell’ampia gamma dei boleti, dei prataioli e degli ovoli sono ugualmente apprezzate.
A tavola con il porcino di Borgotaro si esalta il gusto della tradizione, dall’antipasto  alle altre portate,  cuochi famosi si sono cimentati nell’interpretare il fungo porcino a “tutto pasto” con squisite varianti dei temi cari alle consuetudini di montagna: sott’olio, in padella, alla piastra, crudo in fette sottilissime, a tu per tu con scaglie di Parmigiano Reggiano... e poi nel sugo delle tagliatelle, con i tortelli, con il riso e con gli gnocchi di patate.
Percorrere la Strada del fungo porcino di Borgotaro è occasione per immergersi in un ambiente naturale incontaminato con la possibilità di  scoprire agriturismi, genuine trattorie ed eleganti ristoranti che propongono deliziose ricette a base di funghi per  ritemprare il corpo e lo spirito.
 
 
Il Tartufo Nero della Val Ceno 
 
Tutto il territorio, soprattutto quello della Val Ceno, è adatto alla crescita del Tartufo o Trifola, usualmente nero, ma se ne rinvengono pure altre varietà. 
Il tartufo locale non spunta i prezzi da capogiro dei più nominati, come quello Bianco d'Alba o d'Acqualagna, o il Nero di Norcia. 
Più rinomato di quello della vallata del Taro e del Ceno  è il tartufo nero di Fragno, paesino sui monti del Comune di Calestano, sebbene il suo tartufo sia, a detta dei più, meno profumato di quello valtarese, anche se di pari sapore. 
 
 
 
Parmigiano Reggiano di Montagna
 
Nei Caseifici della Val Taro e della Val Ceno viene lavorato solo latte raccolto nei Comuni della Val Taro e della Val Ceno.
Il formaggio prodotto col latte raccolto in zona montana rientra nella produzione pregiata di "Parmigiano Reggiano di Montagna". 
Il formaggio acquista un gusto deciso ma equilibrato che richiama note floreali e fruttate dei pascoli montani, per arricchire ogni creazione culinaria.